instagram

Europe Travel

COSA AMO DI PARIGI

20 Aprile 2020

Parigi è la città europea tra quelle che ho visitato a cui sono più legata. Saranno l’atmosfera bohemien, gli artisti di strada che suonano la fisarmonica, i bistrot e le vecchie librerie, sta di fatto che la capitale francese mi ha letteralmente conquistato.

Un quartiere che mi è piaciuto moltissimo è il Quartiere Latino, pieno di influenze parigine, dove potete trovare anche la storica libreria Shakespeare & Co, luogo di ritrovo di moltissimi scrittori dell’epoca passata.

E’ un posto divenuto purtroppo commerciale, ma comunque affascinante. Fateci un salto se potete. Dopodichè spostatevi sulla Rive Gauche, attraversate tutte le bancarelle e se vi va, fatevi fare un ritratto da uno degli artisti di strada.  Visitate l’interno di Notre Dame, rimarrete affascinati dalle molteplici vetrate che creano stupendi giochi di luce. Le Marais è un altro bellissimo quartiere, più moderno, lussureggiante e pieno di verde. E’ il quartiere ebraico parigino.  Il parco Place des Vosges è perfetto per godersi un po’ di relax.

Come non poter citare gli Champs Elysees, pieni di boutiques, e l’Arco di Trionfo in fondo alla via? Se volete trovare prezzi più accessibili recatevi alla Galleria Lafayette, dove troverete tantissimi brand diversi. Se invece volete concedervi un aperitivo non potete perdervi lo storico locale Les Fouquet’s proprio in zona Champs Elysees (fanno selezione all’ingresso).

Parlando d’arte (personalmente adoro musei, vernissage e mostre fotografiche), un luogo per me magico è il Museo d’Orsay, pieno  di opere impressioniste. Non mi stanco mai di visitarlo. Il bello di questo posto è che non sembra mai lo stesso ogni volta che ci si torna. Passeggiate per i Jardin des Tuileries, appena fuori il Museo d’Orsay. Donano una pace incredibile. Prendete un taxi e visitate il cimitero di Père-Lachaise, ma attenzione a non perdervi, è immenso! Nel tardo pomeriggio fate una passeggiata e godetevi il tramonto illuminare la Senna dal Ponte Alexandre.

Se invece volete fare una dolce pausa non perdetevi i favolosi dessert  di Angelina. A Parigi le pasticcerie sono due, una adibita al semplice asporto, mentre nell’altro locale, ubicato in Rue de Rivoli, potete sedere tranquillamente e godervi la merenda in un ambiente elegante e di classe. Se vi trovate a passeggiare per gli Champs Elysees fermatevi da Ladurée, i loro macaron sono eccezionali.

Per quanto riguarda i caffè celebri di Parigi, non potete non recarvi allo storico e oramai rinomato Café de Flore, sito nell’antico quartiere di Saint Germain des Près di Parigi, all’angolo del Boulevard Saint-Germain e la Rue St. Benoitand. Tappa fissa nel passato per letterati come Prévert e Sartre.  Accanto al Café de Flore si trova il Café Les deux Magots, il personale è molto gentile, e i loro Croque monsieur una  vera delizia (io li preferisco ai Croque madame che hanno l’uovo sopra).

Un altro luogo imperdibile a Parigi è ovviamente Montmartre, da cui potete godere di una vista spettacolare su tutta la città. Insieme a Le Marais e il Quartiere Latino, è uno dei miei posti preferiti parigini. E’ considerato il quartiere degli artisti per antonomasia, e la collina di Montmartre è il punto più alto della città. Percorrete tutta la scalinata fino ad arrivare alla rinomata chiesa Le Sacre Coeur, che troneggia in cima tutta dipinta interamente di bianco.

Come non godersi Parigi di notte! Quando calano le luci la capitale francese acquisisce un fascino ancor più prorompente, con la sua Tour Eiffel tutta illuminata che brilla nel buio. Nella sezione Restaurants/clubs potete trovare l’articolo su dove cenare a Parigi con una vista spettacolare, sarà indimenticabile.

    Leave a Reply